ASMR • Il rilassamento guidato

Buon Sabato!
Oggi volevo dedicare un post ad un argomento del quale ho scoperto l’esistenza qualche mese fa: l’ASMR.

L’ Autonomous Sensory Meridian Response (risposta autonoma del meridiano sensoriale) indica la sensazione di leggero formicolio che parte dal cuoio capelluto e si irradia lungo le spalle e la schiena. Lo stato di rilassamento raggiunto, sia fisico che mentale, può essere causato da stimoli visivi, uditivi e tattili percepiti nell’ambiente circostante in maniera passiva. Proprio come esistono rumori che danno estremo fastidio (le unghie che scorrono sulla lavagna, la forchetta nel piatto ecc…), esistono anche rumori che provocano piacere.

Di solito, per registrarli, vengono usati dei microfoni binaurali che permettono una stereofonia ottimale dei suoni: per questo è consigliato ascoltare utilizzando delle cuffie!

Microfono binaurale ASMR
Diverse persone, che hanno sperimentato questa piacevole sensazione, l’hanno descritta come “granelli di sabbia bagnata lasciata cadere sulla propria testa“.
Una cosa importante da dire è che il l’attività ASMR viene utilizzate anche per affrontare stati di ansia, attacchi di panico o semplicemente insonnia. Tutto ciò nonostante la scienza non riesca ancora a spiegarsi come sia possibile, come funzioni e perchè alcune persone provino queste sensazioni ed altre no.
Non tutti sperimentano, infatti, fin da subito quelli che sono definiti in inglese tingles, ovvero i “brividi” e i formicolii che percorrono la schiena. Molti riescono a sentirli dopo diversi mesi o anni.
Ma come nasce il fenomeno ASMR?
Nasce nel 2010 nel gruppo Facebook Autonomous Sensory Meridian Response Group, quando la fondatrice Jennifer Allen ne utilizzò il nome nel tentativo si spiegare questa strana sensazione di “pelle d’oca” che in tanti provavano.
Oggi tutti ne parlano. Su Youtube fioccano canali specializzati in video ASMR e in rete potrete trovare tantissimi articoli nei quali il fenomeno è descritto come “orgasmo del cervello”.

Personalmente, i miei tingles li ho avvertiti guardando i video di “spazzolamento capelli” e di “manipolazione della plastica”, che detta così sembra una roba brutta, ma più sotto metterò degli esempi!
La sensazione è stata quella di un piacevolissimo formicolio lungo la schiena, tanto che ho iniziato a ridere!
Ma quasi tutte le sere, per addormentarmi o per riprendere il sonno perduto, mi infilo le cuffiette e chiudo gli occhi. Assicuro che nel giro di un quarto d’ora già sono nel mondo dei sogni!

Di seguito riporto alcuni triggers (stimoli esterni) che vengono usati e che funzionano in maniera molto soggettiva.
Fatemi sapere che effetto vi fanno!

Felici tingles a tutti!

Whispering

Scatching & Tapping

Pages turning

Crinkly

Head massage / brushing

Role Play

Ear cupping

Precedente La Nave di Teseo • Il Metalibro di J. J. Abrams Successivo Shampoo riparatore Erboristica • Review

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.