Il 2009

Dunque un anno è appena finito e mi accingo a rifletterci un pò sopra. Che dire… è stato molto interessante, soprattutto perchè sono riuscita a realizzare tanti piccoli obiettivi. Sono cresciuta e le batoste prese mi sono servite a diventare ancora più forte. Ho imparato che ciò che è importante per me mi sta venendo dietro. Ciò che è stata una delusione lo sto abbandonando alle mie spalle. Tutto si è delineato, un tassello alla volta.

L’anno è iniziato con me che entro nel mondo del lavoro con tutto l’entusiasmo possibile e poi tutto finisce presto come era iniziato. Faccio i conti con un mondo fatto di egoisti, sfruttatori, pezzi di merda. L’esperienza è stata sicuramente bella perchè ho imparato cose che non sapevo, ho fatto cose che non avrei mai pensato di saper fare… ma una volta raggiunto il fondo sono stata orgogliosa di mandare tutti a farsi fottere. <br />
L’università, altro cambiamento. Tutto prende una piega che non avevo previsto e tutto mi sfugge dalle mani. Capisco che non posso controllare ogni aspetto della mia vita. Capisco che certe volte le cose vanno prese così come vengono senza starci troppo a ragionare sopra. Università La Sapienza… un mondo così tanto lontano da me, eppure ora ne faccio parte… ennesima conquista.

Riesco a fare ordine nella mia vita allontanando le persone che mi hanno deluso e circondandomi solo di quelle poche persone che mi hanno dato tanto.
Dino: il mio angelo. Ringrazio Dio ogni giorno per evermelo mandato.
Claudia: uno dei punti fermi della mia vita. L’amica con la A maiuscola che mi capisce e che mi conosce meglio di quanto io faccia con me stessa.
Le amiche che da 10 anni condividono con me la loro vita.
Coloro che ho imparato a conoscere da pochi anni a questa parte ma che mi hanno regalato giornate spensierate proprio quando ne avevo più bisogno.
Giulia: siamo diventate amiche, confidenti in pochi mesi. Ho scoperto in lei una una persona molto simile a me, per gusti, per modi di pensare, di comportarsi. Sicuramente ci conosciamo ancora poco, ma i pochi momenti passati insiemi sono stati tra i più piacevoli di quest’anno e ti voglio bene anche perchè provo un senso di protezione nei tuoi confronti, forse perchè sei più piccolina d’età, e quindi guai a chi ti tocca!

Due piccoli desideri realizzati: andare al concerto dei Depeche Mode. Vivere una delle esperienze più belle della mia vita. Completamente fuori di testa, assurdamente sovrastata da quella dolce agonia prima e poi, alla fine, inebriata da quella sensazione che dovrò riprovare il prima possibile. E tutto per sti tre tizi che mi hanno accompagnata dall’infanzia ad oggi. Un’altra caselletta spuntata.
GIACOBBOOO!!! Grande… è stato un piccolo onore anche conoscere lui, stringergli la mano e farlo ridere con due battute dette lì’ per lì.

Poi le feste che finalmente quest’anno ho vissuto veramente. Senza tristezze, senza malinconie.

I momenti buoi del 2009 mi hanno forgiato un carattere più determinato e questa deve essere la mia forza. Ogni anno. Ogni giorno. Sempre.
Le cose non vengono da sole… se non faccio niente per fare in modo che le accadano! Una piccola spinta va data sempre.

4 Risposte a “Il 2009”

  1. *_________* grassie sorellonaaaaaaaaaaaa 🙂 ti adorooooooooocmq tesò, sono completamente d’accordo con te!!bisogna essere STRONZI sempre, con chi se lo merita! U_Ups mi hai ricordato che non ho ancora pubblicato il mio post sul 2009 aaaaaaaaaaaaaaa corroooooooooooooti lovvooooo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.