La mia haircare routine

Sono appassionata di beauty e mi piace prendermi cura di me, facendo ogni tanto attenzione anche agli ingredienti. Ma i capelli sono il mio cruccio! Li ho lunghi fino a metà schiena e vorrei mantenerli sani e folti, per questo cerco di dedicare loro una cura costante.
In questo post vi racconto quale è la mia haircare routine del periodo.

Che tipo di capello ho?

Il mio capello è abbastanza secco e crespo. Nè riccio definito, nè liscio. Diciamo che è un mosso morbido con qualche boccolo sulle punte, ma non tiene bene la piega. È fino, per cui devo curarlo molto per evitare che si spezzi o escano fuori troppe doppie punte.
Da quasi 2 anni uso prodotti eco bio, con qualche piccola eccezione legata magari a prodotti che sbaglio ad acquistare ( ^_^”) o che mi inviano le aziende per testarli.
Cerco sempre però di alternarli, per evitare che i capelli si abituino agli stessi prodotti o le stesse sostanze.

Ma vediamo la mia haircare routine nel dettaglio.

Haircare routine cura dei capelli

Lavo i capelli una volta a settimana perchè non si ingrassano velocemente e riesco ad arrivare a 5/6 giorni tranquillamente. Al limite, il giorno prima di lavarli faccio una coda o un pratico chignon. Altrimenti tendo sempre a tenerli sciolti, tranne se sono in casa che non riesco proprio ad averli davanti alla faccia.
Cerco sempre di lavarli quando ho un po’ più di tempo, in modo da fare qualche impacco pre shampoo con un olio naturale e tenerlo su il più a lungo possibile.

Vediamo i prodotti che uso in questo periodo.

IMPACCHI: Olio di semi di lino e karitè di Erboristica, olio di cocco naturale al 100% di KTC, olio secco alla macadamia di Capello point.

Haircare routine cura dei capelli

SHAMPOO: Shampoo erboristico al Karitè e proteine del grano de I Provenzali, shampoo all’ Olio di Macadamia di Capello Point, shampoo di Verdesativa alla canapa e proteine del grano, shampoo delicato di Kallèis.

Haircare routine cura dei capelli shampoo
BALSAMO + STYLING: Splend’Or al cocco + Gel all’aloe di Equilibra.

Haircare routine cura dei capelli balsamo styling
MASCHERA: maschera ristrutturante all’olio di semi di lino de I Provenzali, Macadamia Mask di Capello Point.

Haircare routine cura dei capelli maschera

L’olio va sempre applicato sui capelli umidi, quindi prima prendo uno spruzzino e vaporizzo l’acqua su tutta la chioma e anche sul cuoio capelluto. Ho notato infatti che, se spruzzo l’olio e lo massaggio bene sulla testa, riesco a combattere la forfora secca dandomi sollievo da pruriti e irritazioni. Lego i capelli e tengo in posa l’olio minimo un’ora, ma arrivo anche a 3/4 ore.

Utilizzo poi lo shampoo, diluito nel caso in cui non fosse troppo delicato o comunque usandolo con parsimonia.
Applico il balsamo sulle lunghezze, facendolo agire e pettinando molto delicatamente i capelli con un pettine a denti larghi. Il consiglio di tutti sarebbe sempre quello che non pettinare i capelli bagnati ma non posso proprio rispettarlo: mi ritroverei una massa aggrovigliata ingestibile.
Se scelgo poi di fare una maschera al posto del balsamo, la applico sui capelli leggermente tamponati e la lascio in posa 15/20 minuti, sempre pettinadoli bene dopo.

Per asciugarli preferisco tenerli qualche minuto in più nell’asciugamano, che assorbe l’eccesso di acqua e dalla quale non li strizzo mai troppo forte. L’acqua è fondamentale per i capelli: è il loro primo nutrimento!
Dopodichè utilizzo il gel di Aloe di Equilibra per modellare i miei boccoli morbidi. D’inverno uso il phon solo per dare un’asciugata veloce alla frangia e al cuoio capelluto (per evitare l’effetto cappa e il conseguente prurito), poi li lascio asciugare all’aria. Ovviamente a questo punto sono leggermente umidi e stando in casa magari con una sciarpina evito la cervicale.
Invece d’estate li lascio liberamente asciugarsi all’aria e via! Non li lego mai, altrimenti mi prendono la forma del mollettone/elastico e cerco di dormirci su, in modo che si sgonfino un po’. Se dovessi uscire di casa subito, diventerei un leone. La notte faccio due codini, a destra e sinistra, e la mattina sono già più disciplinati. Un altro metodo, che non so se sia effettivamente efficace su tutte ma sembra esserlo su di me, utile contro il crespo è legarli a mezza coda: in questo modo do loro una parvenza di ondulatura ben definita e mai crespa. Utilissimo è anche il metodo della fascia, spiegato benissimo da Clio in un suo vecchio video!

Come avrete intuito uso pochissimo il phon e praticamente mai piastre e ferri. Al massimo passo la piastra per abbassare i baby hair o sistemare la frangia, ma mai su tutta la lunghezza. Mentre il ferro lo utilizzo raramente, solo in occasioni speciali.
Amo molto anche i bigodini giganti, ma li trovo scomodi perchè devo farli la mattina e toglierli la sera per permettere al capello di asciugarsi e mettersi in piega.
Sempre benedette sono invece le trecce fatte a capelli umidi!

Un altro gel che utilizzo ogni tanto prima di uscire di casa è quello al miglio e soja dell’Erbolario, del quale avevo fatto la review qui.

Per quanto riguarda parrucchieri & Co., vado 1 volta all’anno, lo so che non andrebbe fatto ma vi spiego perchè.
La cosa che interessa a me è dare una tagliata alle doppie punte, quando ce ne sono. Il che significa eliminare massimo 2cm di capelli. Tutte le volte mi ritrovo con 10 cm tagliati via nonostante le mie raccomandazioni, ed è sempre un dramma. A questo punto preferisco spuntarli da sola con una forbice apposita e andarmene dal parrucchiere sempre in autunno per dare una rinfrescata alla chioma, finita l’estate.

Oltre a tutto questo, cerco di curare i miei capelli anche dall’interno bevendo molta acqua e adottando un’alimentazione equilibrata: necessarie sono sopratutto le vitamine A, C e del gruppo B.

Spero di esservi stata utile con questo post, fatemelo sapere nei commenti!

Buona settimana,

Lilian

Precedente Lozione purificante Pore Minimizer Yves Rocher • Review Successivo Siero anti-age Wellmaxx, day & night • Review

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.