Les Revenants • Tornare in vita dopo 10 anni (SerieTv)

Una delle serie tv che ho finito di vedere tempo fa è Les Revenants, uscita a fine 2012 in Francia e creata da Fabrice Gobert.

Adattamento del film Quelli che ritornano (2004), Les Revenants è ambientata in un piccolo paesino di montagna che, all’improvviso e dopo 10 anni, vede tornare piano piano diverse persone morte: Camille, un’adolescente morta in un incidente d’autobus, Simon, un giovane morto suicida il giorno del suo matrimonio, Victor, un bambino che non parla e molti altri.

I “redivivi” cercano di tornare alle proprie vite come se nulla fosse successo ma nel frattempo si verificano degli strani fenomeni: si interrompe spesso la corrente, si abbassa il livello dell’acqua della diga del paese, appaiono strane ferite sui corpi dei vivi e dei morti.

les revenantsUnico nel suo genere. Ho trovato molto originale (anche se non è la prima serie tv che ne parla) l’idea dei morti che tornano in vita a distanza di 10 anni, senza ricordarsi nulla e cercando di riprendere in mano la propria esistenza da dove l’avevano lasciata. Provate a pensare come potrebbe essere.
Come reagireste voi?

Les Revenants 2Le reazioni dei personaggi sono state le più disparate e questa è la parte che ho preferito. C’è voluta una gran sensibilità per raccontare certi sentimenti e certe emozioni.
Non vi nascondo che inizialmente è tutto molto misterioso. Non si capisce nè come abbiano fatto a tornare nè per quale motivo. Si brancola nel buio. Perchè non dormono e non mangiano molto? L’unica cosa che viene da subito fatta notare è che sono immortali, non umani. Non possono più morire, non possono ferirsi.

Les Revenants 3Interessanti poi tutti i flaskback per scoprire le vite di ogni personaggio, il loro passato, i loro problemi, il modo in cui sono deceduti.

Bellissima e suggestiva l’ambientazione tra le montagne francesi, ai piedi di una diga che sembra avere un collegamento con questi individui.
La trama si infittisce e si complica quando si scopre che ci sono altre persone ritornate, ma apparentemente diverse: non parlano e si muovono in gruppo. L’unico loro scopo è portare con se i dipartiti che vogliono invece rimanere con le proprie famiglie.

Les Revenants 4Devo dire che la prima stagione de Les Revenants è stata coinvolgente e avvincente. La seconda molto più lenta. Gli autori si sono arrampicati un po’ sugli specchi e spesso mi sono persa il filo del racconto.
Ma sento di consigliarvela in ogni caso, in attesa di una terza stagione!

Buona visione

Lilian

I commenti sono chiusi.