Back in time

Come quando passi tanto tempo a cercare qualcosa che non trovi… poi all’improvviso te la ritrovi tra le mani.

Ed è esattamente come l’avevi lasciato. Come te lo ricordavi. 

Ma più bello. Perché il senso di stupore adesso è più grande.

Sono cresciuta insieme a loro. In mezzo a loro.

Non mi hanno mai tradita. Non mi hanno mai lasciata.

E anche se a volte questi tempi, in cui tutto si fa di fretta, mi portano ad allontanarmi da loro… sanno sempre aspettarmi. E sanno poi brillare di una luce mai vista prima.

L’altra sera sono tornata ad osservarle dopo tanto tempo. 

E’ stato come ritrovare una strada che non ricordavo più da dove partisse e dove arrivasse. 

Senza però perdermi mai.

Lo stupore è stato lo stesso di quando avevo 7 anni.

Quando non avevo telescopio, software planetari, mappe celesti e non sapevo nemmeno i nomi delle stelle.

Ma le conoscevo tutte a memoria, ugualmente. 

Le ho sentite tutte nello stomaco.

E poi si sono affacciate dagli occhi.

Un amico mi ha detto che noi apparteniamo alle nostre passioni sincere, perché sono fatte della stessa materia che compone il nostro sangue. E sono loro che ci rendono “persone” e non più “gente”.  

Mai chiudere loro la porta.

Mai prendere una strada diversa.

Precedente NATO in I.T.A.L.I.A. (NESSUNO ESCLUSO) Successivo E SI SCUCI’ UN SILENZIO. BUON COMPLEANNO CLINT. BUON COMPLEANNO AMNESTY.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.